Youtube Twitter Facebook
english stampa segnala segnala Skype
profili - interpreti - ensemble - quadrivium percussione ricerca - biografia

Ensemble

- bio - projects
Quadrivium Percussione Ricerca - Biografia
L'Aquila

Sito: www.myspace.com/quadriviumpercussione

E-mail: quadriviumpercussion@gmail.com

Strumenti: Ensemble

Ensemble di percussioni composto da Alessandro Tomassetti, Carlo Ferretti, Marco Landriani e Pierluigi Tomassetti. Il suo repertorio concertistico è assai vario. Il gruppo si forma nell’agosto del 1996, per volontà di Alessandro Tomassetti, dopo numerose collaborazioni avute per realizzazioni di progetti – concerto. I componenti del gruppo svolgono sia attività solistica che cameristica effettuando concerti di musica moderna e contemporanea in prestigiose manifestazioni di carattere nazionale e internazionale, come il festival di: The Munchener Biennale Internazionale, Italy on Stage festival (Stati Uniti e Canada), Festival Internacional Cervantino (Messico), Festival Del Maggio Fiorentino, Festival del C.R.M. ( Roma), Berlino (Akademie der künste), Spoleto festival, Siena Jazz, Aterforum di Ferrara, Sonora News (CEMAT), Festival di Linz(Austria), Atene (festival di musica e poesia) ecc. Hanno inoltre collaborato con le orchestre di: Rai TV di Roma, Officina Musicale Italiana, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Teatro La Fenice, Ars Ludi Percussione Ricerca, Orchestra Giovanile Italiana, Orchestra Giovanile Abruzzese (O.G.A.). Nel campo della musica Jazz hanno collaborato con:A. Curran, M. Stockhausen, B. Tommaso, L. Bacalov, M. Negri, S. Sabatini, F. Marras, M. Nunzi, M. Raja, D. Boato, etc….
Il lavoro dell’ensemble consiste nella realizzazione di progetti tesi a superare l’ambito del concerto cosiddetto colto; la scelta del materiale sonoro è dunque legata al linguaggio di alcuni fra i maggiori compositori moderni, con una preferenza per le tendenze più recenti , i quali hanno caratterizzato la musica del nostro tempo.Questo progetto si delinea attraverso una ricerca musicologica (antropologica) svolta nel nostro territorio. Ne deriva l’acquisizione di elementi, propri della cultura del territorio che danno forma ad una ricca tavolozza di dati. Con evidenza viene a manifestarsi un universo-sonoro-antropologico che mette in rilievo multiformi caratteristiche del nostro patrimonio culturale esplorando mondi sonori differenti. La musica che si vuole presentare costituisce una transazione dalla musica influenzata dalla tonalità alla musica del suono “integrale”, la cui forma, accoglie le sonorità del percorso colto, etnico, jazzistico attraverso un risultato unitario e compiuto. Il progetto, dunque, è orientato verso un dialogo mobile, che privilegia la scrittura senza rinunciare alla freschezza dell’improvvisazione.

Aggiornato a 2009